COSA PREVEDE E COME FARE PER OTTENERLO

Mai come in questo periodo di emergenza sanitaria,  l’idea di salire su un mezzo di trasporto pubblico affollato, può persino incuterci timore. La bicicletta invece mostra tutte le sue potenzialità, tanto da essere proposta come mezzo ideale di spostamento anche in città, promuove così una svolta green e decongestiona l’affluenza al trasporto pubblico, in conseguenza anche delle nuove necessità di distanziamento fisico imposte alla mobilità con l’emergenza Covid- 19, incoraggiandone l’uso con nuove piste ciclabili e con incentivi all’acquisto.

Non a caso, il 3 giugno si celebra la Giornata Mondiale della Bicicletta, istituita dall’ ONU il 12 aprile 2018, e offre l’occasione per fare il punto sui benefici che offre per la salute e sul suo corretto utilizzo. Usare la bici quotidianamente fa bene a tutti, anche per persone che presentano delle patologie.

Andare in bici è un’attività fisica che apporta una serie di benefici. Lo dicono anche la scienza e la medicina. Fa bene al cuore e al sistema circolatorio, riducendo il rischio di ipertensione. Aiuta a mantenere la forma fisica, andando a tonificare diverse fasce muscolari, specie gambe e glutei e aiutando nel processo di dimagrimento e controllo del peso. Fa bene alla mente, stimolando le endorfine nel cervello si va a migliorare l’umore.

Proprio per questo, tra le nuove iniziative adottate dal governo per sostenere la ripartenza economica, è stato previsto anche un buono mobilità, più noto come bonus bici, per agevolare l’acquisto di biciclette e altri veicoli diversi dalle automobili. 

Il bonus bici, è valido per acquisti effettuati dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020 e senza dover rottamare altri veicoli, e dà diritto ad un contributo pari al 60% della spesa sostenuta e, comunque, entro i 500 Euro, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistitahandbike, nuove o usate, nonché veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica o per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

In particolare, la handbike è una bicicletta per persone disabili, nella quale la spinta proviene dalle braccia e non dalle gambe, e si sta pertanto distesiLa handbike è dotata di tre ruote (due dietro ed una centrale davanti) e permette allo sportivo disabile (paraplegico o con difficoltà di deambulazione), di usare questo mezzo “pedalando con le mani”. Inoltre, essendo l’handibike dotata di un cambio a più rapporti, permette di superare dure pendenze e di raggiungere velocità elevate.

Chi può usufruire del buono bici?

Possono usufruire del buono mobilità per l’anno 2020 i maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio):
– nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti)
– nei capoluoghi di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti)
– nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti
– nei comuni delle Città metropolitane (anche al di sotto dei 50.000 abitanti).  Le Città metropolitane sono 14: Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma Capitale, Torino, Venezia.

Come ottenere il bonus?

Il buono mobilità potrà essere fruito tramite una applicazione web o piattaforma online che sta predisponendo il Ministero dell’Ambiente, e che sarà online entro 60 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto. Per accedere a questa applicazione bisognerà essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Al momento però, ci sono due fasi per usufruire del bonus:

  • Fase 1 (quella attuale, fino a quando non è online l’applicazione web) : si può acquistare la bici in qualsiasi negozio e successivamente, attraverso la fattura di acquisto, richiedere il rimborso pari al 60%.
  • Fase 2 ( da quando sarà disponibile e attiva l’applicazione) : si potrà acquistare solo presso uno dei rivenditori autorizzati (l’elenco verrà pubblicato nel sito del Ministero dell’Ambiente), dove ci si potrà recare con un “buono sconto” immediato, generato tramite l’ apposita applicazione.