QUALI SONO I REQUISITI E LE MODALITA’ PER RICHIEDERLO

Il Bonus Renzi è stato istituito dal decreto legge numero 66 del 2014: si tratta di un credito Irpef riconosciuto ai titolari di reddito da lavoro dipendente e di alcuni redditi assimilati a quelli da lavoro dipendente che rientrano nei limiti stabiliti e ammonta a 80 euro al mese, 960 euro all’anno. Solitamente il bonus Renzi viene accreditato al lavoratore in busta paga.

Adesso anche colf e badanti ne hanno diritto ma in modalità diverse dagli altri. I lavoratori domestici ottengono la somma che gli spetta, fino a 960 euro, in un’unica soluzione e presentando il modello 730 della dichiarazione dei redditi 2019. Questo perchè spesso il datore di lavoro domestico non è un sostituto d’imposta, una figura (pubblica o privata) giuridicamente riconosciuta che opera trattenendo le imposte dovute direttamente dai compensi o altre fonti di reddito versandole poi alle casse dello Stato. In assenza di un datore di lavoro che svolga al tempo stesso la funzione di sostituto, il lavoratore domestico, pur nel pieno diritto di ricevere il bonus, non potrà far altro che aspettare la dichiarazione dei redditi.

Per verificare se si ha diritto a riceverlo è necessario tener presente quelli che sono i redditi percepiti dal lavoratore. Per le colf, badanti o in genere collaboratori domestici che lo richiederanno con il modello 730/2020 bisognerà far riferimento ai redditi percepiti nel 2019.

Come si calcola il bonus 80 euro per colf e badanti?

  • se il reddito annuo è compreso tra 8.174  e 24.600 euro, l’importo spettante è di 80 euro al mese, per un totale complessivo di 960 euro ma solo se il rapporto di lavoro è durato 12 mesi, altrimenti se ad esempio una colf e badante ha lavorato per alcuni mesi l’importo del bonus verrà ricalcolato in base al numero di giorni che ha lavorato nell’anno;
  • Per i redditi compresi tra i 24.600 e i 26.600 euro l’importo del credito Irpef viene riproporzionato ed il calcolo si effettua con la seguente formula:  26.600,00 – reddito complessivo x 960/2.000.
  • Il bonus 80 euro non spetta se si supera il reddito annuo di 26.600 euro o se si percepisce il reddito minimo esente dalle tasse, cioè non superiore a 8.174 euro.

Come richiedere il Bonus Renzi?

Colf, badanti che hanno i requisiti per ottenere il bonus Renzi, nella misura che gli spetta, devono richiederlo compilando il modello 730/2020.

Nel modello 730, l’area dedicata si trova nella sezione V, all’interno del rigo C14, che si compone di più colonne.

Per quanto riguarda le badanti e colf, è necessario compilare soltanto la prima colonna indicando il codice 2, dedicato proprio a chi non è in possesso della Certificazione Unica perché il datore di lavoro non riveste la qualifica di sostituto d’imposta.

Sarà il CAF (centro di assistenza fiscale) o il commercialista a calcolare l’importo del bonus a cui si ha diritto e, successivamente, l’Agenzia delle Entrate provvede a rimborsare il lavoratore, di solito entro la fine dell’anno.