DAL 2 AL 7 NOVEMBRE EVENTI DEDICATI ALLA TRATTAZIONE DELLA MALATTIA MENTALE

Quarant’anni fa, l’importantissima legge 180, rimasta alla memoria come “legge Basaglia“, segnava un cambiamento radicale nella considerazione e nella cura delle persone afflitte da disturbi mentali. Questa legge impose la chiusura progressiva di tutte le strutture psichiatriche e manicomi, proprio per cambiare l’approccio nei confronti di questi individui, non relegati a diversi e quindi a doversi nascondere ai margini della propria comunità. Un’approccio volto alla valorizzazione della persona nonostante la condizione di svantaggio nell’ottica di restituirne dignità e senso di utilità per la propria società. Inoltre attraverso questo cambio di orientamento si vuole stimolare la persone a vivere la propria quotidianità e gli stimoli della società come tutti i cittadini comuni.

L’Italia è stato paese pioniere in questo, la prima nazione a emendare una legge sulla chiusura di tali centri e l’unico paese ad aver portato avanti un’approccio così radicale in tal senso.

Delle possibilità di vivere la cittadinanza e dell’importanza del cambiamento che tale legge ha apportato se ne parlerà a Verona, Dal 2 al 7 Novembre, con mostre e testimonianze di persone con disturbi psichiatrici che hanno trovato una propria dimensione e valorizzazione nonostante il proprio deficit.

L’evento “Oltre la malattia mentale, vivere la cittadinanza” ideato dalla Cooperativa Sociale Self Help, con l’appoggio della prima Circoscrizione, si terrà a Verona presso la “Sala Birolli” in Via Macello 17 (Zona Teatro Filippini).

Consultate il programma dettagliato degli eventi, scaricando la locandina dedicata