RIMEDI E CONSIGLI PER AFFRONTARLO AL MEGLIO

Le ferie estive sono molto importanti per tutti noi, per staccare la spina da lavoro, da routine e dalla città. Sono un vero e proprio toccasana per la mente e per il corpo, ma purtroppo le vacanze non durano per sempre e al rientro ecco che scatta la cosiddetta sindrome da rientro.

E’ una condizione di malessere psicologico e fisico abbastanza comune che colpisce chi rientra al lavoro dopo un lungo periodo di pausa. Il rientro dalle ferie è spesso accompagnato da ansie e stress a causa del cambio di abitudini e del ripresentarsi di impegni e scadenze da rispettare. Fortunatamente si tratta di una condizione passeggera della durata di circa una settimana e che regredisce spontaneamente. Dati Istat rilevano che lo stress da rientro colpisce circa il 35% della popolazione, ovvero più di un italiano su 3, con maggior incidenza tra i 25 e i 45 anni, manifestandosi con sensazioni di disagio, spossatezza e depressione.

Ma quali sono i sintomi di questa sindrome?

sintomi legati alla sindrome da rientro dalle vacanze possono comprendere:

  • ansia, 
  • insonnia,
  • irritabilità e nervosismo,
  • sensazione di spossatezza e affaticamento,
  • difficoltà di concentrazione,
  • mal di testa,
  • dolori muscolari,
  • disturbi della digestione e del sonno,
  • leggera depressione, malinconia e/o tristezza,
  • sbalzi d’umore.

Per poter affrontare al meglio questa condizione di malessere, si possono seguire alcuni consigli.

  1. In primo luogo sarebbe opportuno provare a rientrare dalle vacanze alcuni giorni prima della fine delle ferie, concedendosi, quindi, un periodo di assestamento, iniziando ad affrontare gli impegni a partire dai meno complessi e cercando di riprendere le attività lavorative con gradualità.
  2. Prendersi cura del proprio corpo, ristabilendo il ritmo sonno-veglia che solitamente in vacanza è meno regolare, cercando di dormire bene e di più. E’ molto importante riuscire a seguire una buona alimentazione integrando il consumo di zuccheri semplici e complessi fondamentali per il cervello, bere molta acqua e ridurre il consumo di caffeina e bevande alcoliche.
  3. Prendersi cura della propria mente ai fini della gestione dello stress da rientro. Bisognerebbe riprendere l’attività fisica preferita, in quanto il movimento è un ottimo alleato contro lo stress e favorisce il buon umore.
  4. Per ultimo, ma non per importanza, è prendersi cura della propria persona. Basterà ritagliarsi degli spazi per le piccole attività gratificanti, come un bagno rilassante, una passeggiata con gli amici, un appuntamento dal parrucchiere e, finché le condizioni atmosferiche lo consente, dedicare il fine settimana al relax e alla famiglia come se le vacanze non fossero ancora finite.

Seguendo questi consigli, ritornare al lavoro e alle proprie abitudini risulterà meno faticoso.