CAUSE, SINTOMI E RIMEDI PER LA PRESSIONE ALTA

In Italia si stima che circa 15 milioni di persone abbiano  problemi legati alla pressione del proprio organismo. L’aspetto su cui prestare maggiore attenzione tuttavia è che buona parte delle persone sottostimino o non sono a conoscenza di quali complicazioni gravi possa portare. L’ipertensione, ovvero quando la pressione sistolica (definita nel linguaggio corrente come “massima“) e quella diastolica (definita “minima“) hanno valori superiori a quelli definiti normali, può comportare se trascurata a problemi come infarto, ictus o altre criticità di natura cardiovascolare e cardiocircolatoria. E’ bene pertanto sapere innanzitutto quali siano i valori ritenuti ottimali dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per preparasi ad affrontare eventualmente i rimedi per gestirla ed evitare che porti a complicazioni per la salute della persona interessata. Evidentemente la prevenzione e la conoscenza di quelle che possono essere le cause scatenanti valori anonimi, oltre che saperli anche se genericamente gestire e affrontare, sono molto importanti per scongiurare prima dell’emergenza, problemi alla propria salute.

Quali sono i valori normali della pressione? Quando siamo di fronte a valori che attestano una pressione minima alta?

Gli esperti concordano nel definire ipertensione la situazione in cui i valori della pressione sistolica (la “massima”) siano superiori a 140 mm Hg e quelli della pressione diastolica (la “minima”) siano superiori a 90 mm Hg. In generale il riferimento per capire e saper gestire la propria pressione e i suoi valori collegati sono riportati nella tabella seguente

Le cause per cui un individuo arrivi in una situazione di ipertensione possono essere molteplici.

Diverse patologie e diversi farmaci possono causare o innescare un’ipertensione, tra cui per esempio:

  • problemi renali,
  • disturbi della tiroide,
  • tumori delle ghiandole surrenali,
  • alcune malformazioni cardiache congenite,
  • alcuni farmaci, tra i quali la pillola anticoncezionale, le medicine contro il raffreddore, i decongestionanti, gli analgesici da banco e alcuni farmaci con obbligo di ricetta,
  • gli stupefacenti, come la cocaina e le anfetamine,
  • abuso di alcolici

Conoscere le cause è importante, tuttavia non sempre sufficiente poichè in alcuni casi pur stando attenti e curando la propria salute, alcuni individui, specialmente per motivi legati all’età si ritrovano in situazione di ipertensione: in questo assumente importanza rilevante anche essere preparati e sapere come abbassare la pressione alta, cosa fare subito e in generale, quali sono i rimedi 

Se effettivamente è alta, bisogna modificare del tutto il proprio stile di vita in modo da stabilizzarla:

  • Incrementare il consumo di frutta e verdura.
  • Limitare il consumo di sale.
  • Realizzare almeno 30 minuti di esercizio fisico al giorno.
  • Bere tisane e succhi naturali.
  • Evitare gli alimenti processati e ricchi di grassi.
  • Assumere alimenti ricchi di omega 3.
  • Perdere peso.
  • Evitare alcol e fumo.
  • Praticare alcune tecniche di rilassamento.

Per correre ai ripari e abbassare la pressione velocemente nell’immediato, uno dei rimedi più importanti è intervenire sulla propria alimentazione: ridurre drasticamente l’assunzione di sale, aggiungere cibi con più potassio alla dieta e mangiare grassi sani (come quelli contenuti per esempio nel salmone).

Ovviamente questo vuole essere una linea guida di base per chiunque non sia a conoscenza dei problemi che può comportare l’ipertensione, è sempre importante interpretare i valori della pressione con il proprio medico e in relazione del proprio organismo